Systemic University Change Towards Internationalisation @ UNINA

Systemic University Change Towards Internationalisation @ UNINA

Un corso di formazione semi-residenziale per formatori Aurora

Nell’ambito delle attività di consolidamento istituzionale Aurora, dal 18 al 21 luglio 2022 si è tenuta la prima edizione del corso Train the trainers SUCTI (Systemic University Change Towards Internationalisation) dedicato al personale di ateneo impegnato in attività di gestione e supporto all’internazionalizzazione. Il corso di natura semi-residenziale ha preparato un primo nucleo di specialisti di ateneo che potranno a loro volta operare come “formatori”.

Le docenti del corso sono state due esperte nel campo: Marina Casal Sala (Responsabile delle Relazioni Internazionali presso la Universitat Rovira i Virgili di Tarragona) e Fiona Hunter (Responsabile del Centre for Higher Education Internationalisation all’Università Cattolica di Milano).

A partire dalle proprie esperienze e dalle proprie competenze, nel confronto con alcune buone pratiche internazionali, i partecipanti hanno lavorato su come si possa contribuire attivamente, in quanto agenti di cambiamento, a favore di una cultura per l’internazionalizzazione. Le attività sono state strutturate in lavori di gruppo e di piccolo gruppo; centrale il confronto in aula e attività di riflessione collettiva sui temi dell’interculturalità, dell’integrazione e della diversità come risorsa in quanto dimensioni integranti del processo di internazionalizzazione.

Il corso ha visto il coinvolgimento di 17 colleghi di diversi Dipartimenti, delle segreterie studenti, del Coinor, del CAB e dell’Ufficio relazioni internazionali, allo scopo di formulare una definizione comune, coerente, condivisa, comprensiva e sistemica del processo di internazionalizzazione.

Questa opportunità di formazione e crescita professionale si inserisce nel quadro più complesso dell’internazionalizzazione del sistema universitario che la Federico II si prefissa di raggiungere non solo attraverso l’incentivazione di accordi, il potenziamento dell’offerta formativa in inglese, il rilascio dei titoli congiunti/doppi o il potenziamento dei servizi offerti agli studenti internazionali, ma anche con un percorso di valorizzazione delle competenze e delle professionalità dei nostri uffici e sostenendo percorsi di innovazione organizzativa e culturale.

Il gruppo in formazione ha avuto modo di sperimentare come l’internazionalizzazione sia innanzitutto un processo di integrazione interculturale, globale nello scopo, delle funzioni, dei metodi di insegnamento, della ricerca e dei servizi offerti (comprehnsive internationalization).

I partecipanti al corso hanno acquisito il titolo di “SUCTI Trainer” e potranno implementare questo corso presso la nostra Università allo scopo di generare un effetto moltiplicatore su tutto l’ateneo, incrementandone la dimensione internazionale e contribuendo alla formazione di una comunità di scambio che abbia impatto sul territorio.

Per ulteriori informazioni visitare il sito del progetto SUCTI: https://suctiproject.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.