L’accoglienza dei migranti a Napoli: esperienze a confronto

L’accoglienza dei migranti a Napoli: esperienze a confronto

INNOVATION VILLAGE – Cultura, identità e diversità: l’accoglienza dei migranti a Napoli. Esperienze a confronto.

Lunedì 9 maggio, nello spazio eventi di Città della Scienza a Napoli è stata presentata la VII edizione di Innovation Village, fiera-evento sull’innovazione e la promozione di circuiti collaborativi fra ricerca e imprese che valorizza le esperienze di innovazione sostenibile realizzate nei territori nell’ottica del raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda Onu 2030.

In tale contesto, la tavola rotonda a cura di Aurora nell’ambito del dominio Cultura, identità e diversità, ha visto la partecipazione di docenti della Federico II e stakeholders del territorio. Accademia, associazioni non governative e cooperative sociali si sono confrontate sulla complessità delle tematiche che caratterizzano i fenomeni migratori sul nostro territorio.

L’incontro ha avuto come obiettivo quello di avviare un dialogo e confronto sul tema dell’immigrazione e sulle pratiche sociali, culturali e giuridiche di accoglienza territoriale.

Sono intervenuti:

Laura Tebano, docente di diritto del lavoro presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II;

Francesca Scamardella, docente di formazione clinico legale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II e referente UNINA per il dominio Aurora Cultura, identità e diversità;

Elena De Filippo, Presidente Dedalus Cooperativa sociale in Napoli;

Elena Dell’Aquila, Psicoterapeuta e Aurora Office Manager per UNINA;

Imma Carpiniello, Ceo Lazzarelle – Cooperativa sociale in Pozzuoli;

Alessia Acito, Tutor Master II livello Università degli Studi di Napoli Federico II, operatrice Dedalus nell’ambito della gestione delle migrazioni e dei processi di inclusione;

Valeria CasilloGiorgia Pane, Amnesty International, Gruppo Napoli.

Si è discusso di come la comprensione del fenomeno migratorio sottenda un’ampia varietà di movimenti e situazioni che coinvolgono individui sovente decontestualizzati, ridotti a categorie giuridiche e mediatiche di richiedenti asilo, profughi, migranti economici e a categorie fortemente discriminatorie di clandestini, invasori, irregolari.  Ci si è confrontati sulla molteplicità di aspetti economici, sociali e di sicurezza che coinvolgono i complessi processi di accoglienza, inserimento e integrazione dei migranti nel nostro territorio. Diversi per paese di provenienza, tradizione culturale, appartenenza di genere, età, status socio-economico, molti sono stati forzati allo spostamento da conflitti, persecuzioni, degrado ambientale e profonda mancanza di sicurezza.

Le strategie di accoglienza, che presentano un carattere fortemente emergenziale, si caratterizzano per ripetute contraddizioni e si prestano a numerose critiche soprattutto per le disfunzionalità e disparità tra le diverse strutture che vi provvedono.  Lavorare per favorire i processi di integrazione e di inclusione, aspetto complesso e in trasformazione, è l’impegno che i partecipanti all’evento si sono impegnati a rintracciare, attivare e perseguire.

Ci si è confrontati per avviare la progettazione di azioni sinergiche per promuovere situazioni collaborative pratiche di socialità in grado di avere un impatto significativo sulle relazioni economiche, culturali e sociali, sull’organizzazione e modalità d’uso degli spazi urbani.

È emersa la necessità di creare sinergie tra autorità locali e la società civile, per la individuazione di modelli operativi differenziati in grado di rispondere alle necessità di accoglienza e di integrazione dei migranti da intendersi come un processo di reciproco adattamento e cambiamento tra la comunità migrante e quella ospitante.

I partecipanti si sono dati appuntamento il 27-28 ottobre, prossimi appuntamenti di Innovation Village 2022, che vedrà anche il coinvolgimento dei partner del progetto AURORA e la condivisione a livello nazionale ed Europeo delle diverse prospettive di accoglienza e integrazione, al fine di individuare risposte innovative al fenomeno migratorio nel rispetto delle singole identità e delle esigenze d’integrazione dei migranti e avviare attività di traineeship, di scambio e arricchimento reciproco tra i partner AURORA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.